Cultura e musica in lutto per la scomparsa di Franco Perone

Nella notte tra mercoledì e giovedì è morto il noto Maestro Franco Perone, musicista e per anni direttore artistico della Scuola Comunale di musica Vallotti di Vercelli.

È una giornata di lutto per la cultura e la musica vercellese, che si stringe ai familiari di Perone, conosciuto musicista, che ha speso la sua vita per la musica.

Perone, che aveva 67 anni, è spirato all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Dopo la pensione nel 2013, era tronato a dedicarsi a Villata, il suo paese natale, al quale era profondamente legato anche per il ricordo del maestro Giuseppe Rosetta, insigne musicista vercellese.

Nel corso della sua carriera artistica aveva collaborato con molti musicisti. Al suo impegno – e all’appoggio dell’allora assessore alla Cultura Pier Giorgio Fossale – si deve il grande rilancio della scuola comunale. Dopo la pensione, Franco Perone si era dedicato a promuovere sempre più alacremente la musica nel suo paese natale (era anche il direttore della banda musicale) e a valorizzare la figura di Giuseppe Rosetta, illustre compaesano: importante compositore e suo costante punto di riferimento.

Forse in pochi ricordano (ma ciò non è ovviamente sfuggito al giornalista Bruno Casalino nel suo libro sui complessi musicali vercellesi “Vercelli Come LIverpool”) che, in gioventù, alla fine degli Anni Sessanta, Perone aveva fatto parte, come tastierista, del complesso “I ragazzi della notte”

Su facebook il Maestro Angelo Gilardino, colpito dalla notizia della scomparsa di un amico, scrive: “La città di Vercelli gli deve molto: si è speso instancabilmente, con competenza e generosità, nell’istruzione musicale, guidando la scuola comunale di musica “F.A. Vallotti” verso la fiorente attività di oggi e curando, con i giusti collaboratori, il riordino della ricca biblioteca musicale dell’istituzione; si è occupato, con devozione e con acume da musicologo esperto, nel recupero e nella catalogazione dell’opera del suo (nostro) maestro e compaesano Giuseppe Rosetta; e, dal 2013, lungi dal rassegnarsi alla condizione del pensionato che vive di ricordi, aveva dato impulso alla banda di Villata. Innumerevoli le sue iniziative a favore della vita musicale vercellese. Personalmente, gli sono debitore di non poche iniziative a favore della mia musica. Lo ricordo con stima e affetto”.

 

Distrutta dal dolore il sindaco di Vercelli, Maura Forte, villatina come lui e dunque amica di Perone sino dall’infanzia. Lo ricorda con infinito affeto: “Oltre all’amicizia, per anni, da quando ero diventata consigliere comunale di Vercelli, ho condiviso con lui un amore comune: quello per la Scuola musicale Vallotti. Franco è stato per anni il grande, straordinario artefice della crescita della nostra Scuola musicale. Quando sono diventata sindaco, pur essendo Franco andato in pensione, continuavo a sentirlo e ci scambiavamo pareri sulle iniziative da mettere in cantiere per far sì che la Vallotti crescesse ancora di più. Ma al di là dell’aiuto sostanziale sulla Vallotti, io voglio ricordarlo come persona splendida, disponibile, innamorato della musica e del nostro paese: ci mancherà, mi mancherà tantissimo”.

 

I funerali di Franco Perone saranna celebrati domani, venerdì 25 gennaio, alle 15.30 nella chiesa parrocchiale di Villata, dove oggi alle 18 è previsto il Rosario.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a Aldo Flora Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here