Caresana,il sindaco vieta il 5G

Il sindaco di Caresana vieta il 5 G. Con un’on un’ordinanza Claudio Tambornino blocca di fatto qualsiasi ipotesi di installazione sulla base del principio di precauzione sancito dall’Unione Europea.

Il 5G – si legge nel testo – si basa su microonde a radiofrequenze più elevate dei precedenti standard tecnologici, anche dette onde millimetriche, che comportano due applicazioni principali: maggiore energia trasferita ai mezzi in cui le radiofrequenze vengono assorbite (in particolare i tessuti umani) e minore penetrazione nelle strutture solide, per cui vi è la necessità di un maggiore numero di ripetitori (a parità di potenza) per garantire il servizio”. E ancora: “Le radiofrequenze del 5G sono del tutto inesplorate mancando qualsiasi studio preliminare sulla valutazione del rischio sanitario e per l’ecosistema derivabile da una massiccia, multipla e cumulativa installazione di milioni di nuove antenne che, inevitabilmente, andranno a sommarsi alle decine di migliaia di Stazioni Radio Base ancora operative per gli standard tecnologici di comunicazione senza fili 2G, 3G, 4G oltre alle migliaia di ripetitori Wi-Fi attivi”.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

2 Commenti

  1. Caresana e’ in ottima compagnia! Scanzano Jonico ha fatto altrettanto! .. e con esse molte citta’… indovinate di quale paese!!.. bravi, giusto! erano proprio gli Usa. Io penso che i rischi ci siano ma sono convinto che presto Trump dira’ che va bene.. {deve prima consultarsi con Xi) e poi anche gli scienziati scientifici faranno segno di si con la testa. Donald entrera’ trionfante a far parte del NWO ma la tassa sul parmigiano rimarra’. E Caresana dovra’ indire la 1a corsa dei panda.

Rispondi a Stefano Benetti Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here