Caos del traffico dopo la chiusura del cavalcavia: al lavoro una task force comunale

Come si temeva, e come del resto lo stesso sindaco Corsaro aveva paventato dando l’annuncio, la chiusura del cavalcaferrovia sulla Casale-Vercelli, in determinate ore del giorno sta provocando problemi rilevanti al traffico specie nelle strade attorno alla zona-ospedale: corso Abbiate, via Foscolo, via Paggi (nella foto di Renato Greppi) via Tasso, piazza Cesare Battisti, al punto che sarebbe indispensabile prendere accorgimenti anche immediati, ad esempio, come ci fanno notare numerosi lettori, ripristinate appunto nelel ore di punta la svolta a sinistra in corso abbiate verso via Trino, favorendo la circolazione verso l’altra corsia di corso Abbiate, dislocando almeno un vigile lì, che consenta di derogare al divieto: perché mandare ulteriore traffico verso la “rotondina” tra le vie Paggi e Tasso significa acuire i problemi.

Il Comune si sta comunque muovendo. Lo dice l’assessore alle Opere Pubbliche e vice sindaco Massimo Simion che spiega: “Da questa mattina si è rimessa al lavoro una task force guidata dalla dirigente Liliana Patriarca e composta dagli ingegneri Cicero e Tanese, dal geometra Costanzo e dalla comandante dei Vigili Ivana Regis. Siamo in stretto contatto anche con la Provincia per la sistemazione di un’opportuna segnaletica sulle strade ingresso, mentre noi penseremo ovviamente alla vie interne alla città”.

Simion aggiunge che è allo studio una soluzione per sgravare la circolazione in arrivo dalla strada di Trino, sfruttando via Caboto, una trasversale di via Testi, proprio sotto il cavalcaferrovia. “E un’idea in fase embrionale – dice il vice sindaco – che stiamo valutando con i tecnici e il dei Comando dei vigili urbani: la dobbiamo studiare bene, sia ai fini della percorribilità sia ai fini della sicurezza perché si tratta di un’arteria molto stretta. Intanto il sindaco Corsaro è costantemente in contatto con Rfi per capire quale può essere il futuro certo della linea ferroviaria e, di conseguenza, del cavalcavia”.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. “Da questa mattina si è rimessa al lavoro una task force guidata dalla dirigente Liliana Patriarca e composta dagli ingegneri Cicero e Tanese, dal geometra Costanzo e dalla comandante dei Vigili Ivana Regis. Siamo in stretto contatto anche con la Provincia per la sistemazione di un’opportuna segnaletica sulle strade ingresso, mentre noi penseremo ovviamente alla vie interne alla città”.
    Simion aggiunge che è allo studio una soluzione per sgravare la circolazione in arrivo dalla strada di Trino, sfruttando via Caboto, una trasversale di via Testi, proprio sotto il cavalcaferrovia. “E un’idea in fase embrionale – dice il vice sindaco – che stiamo valutando con i tecnici e il dei Comando dei vigili urbani: la dobbiamo studiare bene, sia ai fini della percorribilità sia ai fini della sicurezza perché si tratta di un’arteria molto stretta. Intanto il sindaco Corsaro è costantemente in contatto con Rfi per capire quale può essere il futuro certo della linea ferroviaria e, di conseguenza, del cavalcavia”.
    STAVOLTA IL NOSTRO “GOVERNO COMUNALE” NON è STATO DELLA MASSIMA REATTIVITà (ANCHE PER COLPA DELLE FERROVIE CHE NON SANNO COME ALLA FINE “VOLER” COLLEGARE VERCELLI A CASALE MONFERRATO ..!), C’HA PENSATO PRIMA DI AFFIDARE ALLA PERSONA PIù COMPETENTE LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA,
    … PER ME NON CI SONO STATI PROBLEMI: HO POTUTO RIMANDARE IL TRANSITO DA QUELLE PARTI: SENZA NEPPURE UNA (di solito ormai sempre e per qualsiasi problema assolutamente indispensabile) TASK FORCE, SON PASSATO DALLA CUCINA AL SALOTTO, AD ASPETTARE. SE LILIANA PATRIARCA NON RISOLVERà GLI INGORGHI DI VIABILITà, CERCHRò DI TRANSITARE USANDO UNA LJANA

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here