Campagne dell’Asl per far conoscere la fondamentale importanza dei controlli nella prevenzione dei tumori

Coinvolgere i cittadini per orientare una scelta importante. È con questo proposito che l’Asl di Vercelli in questi giorni ha scelto di avviare una campagna volta a indagare la conoscenza e l’utilizzo delle campagne di screening oncologico da parte dei cittadini.

 

 

Un tema molto importante che coinvolge una fascia ampia di popolazione e che da quanto emerge dai dati dell’ASL vede ancora un numero basso di adesioni.

 

In questa prima fase si comincerà con un campione di 1000 donne che rientrano nelle fasce d’età per i quali è previsto lo screening mammografico e del collo dell’utero. All’indagine si potrà aderire anche on line direttamente sul sito dell’Asl di Vercelli nella sezione screening.

 

 

Dodici quesiti a risposta multipla a cui è possibile rispondere in breve tempo. L’obiettivo è capire meglio le scelte dei cittadini, ma soprattutto analizzare il contesto e le criticità in modo da apportare correttivi: La conoscenza del programma “Prevenzione Serena”, le ragioni per le quali l’invito ai controlli di prevenzione non viene accolto, le eventuali motivazioni di una scelta diversa.

L’indagine è anonima e i dati trattati vengono raccolti esclusivamente per ragioni statistiche e di ricerca.

 

 

L’Asl ricorda che sono tre i programmi di screening previsti:

 

Screening Mammografico:

 

Rivolto alle donne nella fascia di età 50-69 anni, ogni 2 anni su invito.

Alle donne nella fascia di età 70-75 ogni 2 anni su adesione spontanea.

Alle donne nella fascia di età 45-49 ogni anno su adesione spontanea in seguito a lettera informativa.

 

Screening del collo dell’utero:

Rivolto a tutte le donne nella fascia di età 25-64 anni.

Vengono invitate a fare un pap test le donne di età compresa tra 25 e 29 anni ogni 3 anni.

Per le donne di età compresa tra i 30-64 anni viene proposto il test HPV ogni 5 anni.

 

Screening del colon-retto avviene attraverso:

 

* Sigmoidoscopia Flessibile: uomini e donne a 58 anni di età. Per tale test, al ricevimento della lettera che invita a fissare un appuntamento è necessario telefonare al nr verde 800 364 036 nei giorni indicati di ricevimento al pubblico o per fissarlo in altra data. L’esame non potrà essere effettuato nel caso ci si presenti presso l’Ospedale indicato senza aver contattato preventivamente il numero verde.

L’esame viene eseguito presso la Struttura di Gastroenterologia dell’Ospedale Sant’ Andrea e presso l’Ospedale di Borgosesia.

 

* FIT (ricerca sangue occulto nelle feci): è rivolto a uomini e donne nella fascia di età 59-69 anni, ogni 2 anni per tutti coloro che non hanno aderito alla sigmoidoscopia. Per effettuare il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci (FIT), è necessario ritirare il kit per l’esecuzione dell’esame presso qualunque farmacia muniti di lettera d’invito. Il Kit è gratuito. L’elenco dei punti di raccolta dove riconsegnare il campione viene ritirato in farmacia.

 

Se i cittadini Interessati non hanno ricevuto la lettera possono contattare il servizio di screening dell’Asl di Vercelli e richiedere di essere inseriti o prendere un appuntamento. Di seguito i riferimenti:

Tel 0161/ 593283 – 593281- 593188 – E-mail screening@aslvc.piemonte.it  La segreteria si trova presso l’Ospedale S. Andrea, piano terra percorso D. La segreteria è aperta al pubblico  ( lunedì e mercoledì ) dalle  9 alle 12 e dalle 14 alle 15 e venerdì dalle 9 alle 11. Le prenotazioni per gli esami si effettuano telefonando al n. verde 800-364 036 il Lunedì e il Mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 15. Il venerdì dalle 9 alle 11.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here