Caccia specie protette con strumenti vietati: denunciato un uomo di Brescia

Aveva cacciato con strumenti vietati e abbattendo specie di volatili (45 esemplari) che non potevano essere cacciate. Per questo un cacciatore residente nel bresciano è stato denunciato, nel fine settimana, dopo un controllo effettuato ad Alice Castello, dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Vercelli.

L’uomo, è stato sorpreso in flagranza, in palese violazione delle norme sulla caccia, mentre utilizzava un richiamo acustico non consentito. Così i militari hanno proceduto a porre sotto sequestro probatorio un fucile calibro 20, con esso anche 3 richiami acustici elettromagnetici, 5 cartucce calibro 20 cariche e il carniere, composto da 45 esemplari abbattuti, tra cui un cardellino, 10 migliarini di palude, 27 pispole, 7 allodole.

Il cacciatore si è reso colpevole di tre violazioni alla legge sulla caccia: caccia con l’ausilio di richiami vietati; abbattimento di specie di uccelli particolarmente protette e abbattimento di uccelli nei cui confronti la caccia non è consentita.

Gli esemplari abbattuti sono stati consegnati al personale della Polizia Provinciale Nucleo Vigilanza Venatoria per custodirli in cella frigorifera, mentre l’altro materiale oggetto di sequestro costituente corpo di reato è stato custodito presso l’armeria della Stazione Carabinieri Forestale di Albano Vercellese.

 

 

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

1 commento

  1. Cacciare specie vietate con mezzi vietati e’ il massimo dell’impudenza. Oltre che’ della slealta’ verso quei cari animaletti, e anche verso gli altri cacciatori che, con l’acquolina in bocca, si pongono un freno ed esclamano: no! la Pispola no! Merita una pena severa, neppure vale l’attenuante di essere un bresciano, citta’ per antonomasia produttrice di armi. Ma quel che mi domando e’: ben 27 pispole, 10 migliarini di palude, 7 allodole e solo un cardellino. Vien da chiedersi: I cardellini sono davvero molto rari, agili, o soltanto.. furbi? Oppure quel cacciatore li snobba? O forse voleva semplicemente rispettare il regolamento.. ma per una volta aveva sbagliato mira, oppure l’aveva scambiata per una specie non protetta. No, no, non e’ immaginabile. Con 27 pispole sulla coscienza! Approposito: farsi prendere in cosi’ tante e’, comunque, una loro piccola colpa. Dopo i primi spari potevano scappare, no?? Al punto che, oggi, per indicare un cacciatore fesso, di quelli che si fan beccare, bisognerebbe dire: sei proprio una Pispola!

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here