Assegnati a Torino i Giochi Mondiali Invernali 2025 di Special Olympics

Un'immagine dell'edizione 2017 in Austria

Sono stati assegnati a Torino, i Giochi Mondiali Invernali Special Olympics 2025. L’ufficializzazione in occasione del Board Internazionale di Special Olympics cui hanno partecipato Valentina Vezzali, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, la ministra per le Disabilità Erika Stefani, la ministra per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone e la sindaca di Torino Chiara Appendino.

In rappresentanza della Regione Piemonte erano presenti Paola Casagrande, Direzione Generale Turismo e Cultura, Gianluca Vignale, capo di Gabinetto, Alberto Re, Ufficio Sport, che hanno espresso pieno supporto all’evento.

Sono intervenuti, a nome di Special Olympics Italia il presidente Angelo Moratti, Federico Correzzola, atleta membro del Board di Special Olympics Italia e dell’International Olympics Academy e Alessandra Palazzotti, direttore nazionale di Special Olympics, Paola Mengoni, direttore sportivo e Carlo Cremonte, direttore regionale Team Piemonte.

I Giochi Mondiali Invernali Torino 2025, programmati dal 29 gennaio al 9 febbraio, coinvolgeranno 3.125 atleti e coach, 3.000 volontari, migliaia di persone tra staff, personale medico, familiari, media, ospiti, delegati e oltre 300.000 spettatori.

Otto le discipline sportive suddivise tra Torino, Bardonecchia, Sestriere e Pragelato. Sci alpino (Sestriere), sci di fondo (Pragelato), danza sportiva, pattinaggio artistico, floorball, pattinaggio di velocità su pista corta (Torino), snowboard e corsa con le racchette le da neve (Bardonecchia).

La Cerimonie di Apertura e Chiusura sono previste a Torino, presso lo Stadio Olimpico Grande Torino. Il logo di Torino 2025, creato per l’occasione, si compone di tre elementi: la Mole Antonelliana, simbolo della città di Torino, e le Alpi che ruotano, formando un fiocco di neve, intorno al logo di Special Olympics.

Il claim della candidatura relativa ai Giochi Mondiali The future is here, trascina con se una grande forza, che punta a costruire, attraverso il coinvolgimento di ognuno, in particolare dei giovani, un nuovo futuro.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

2 Commenti

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here