Incominciata la distribuzione delle uova di Pasqua benefiche dell’Oftal

rpt

E’ iniziata oggi in diverse chiese della Diocesi di Vercelli, Duomo compreso (vedi la foto) la distribuzione delle ormai tradizionali uova di Pasqua con peluche dell’Oftal diocesana. Con il ricavato l’Oftal pagherà il pellegrinaggio a Lourdes a persone che non possono permetterselo.

Anche quest’anno, poi, è stato scelto di lanciare la proposta dell’”uovo sospeso”: si potrà quindi acquistare un uovo, o più uova, senza ritirarle: andranno ai bambini ucraini rifugiati sul territorio della nostra diocesi e ai bambini malati oncologici.

La distribuzione proseguirà domani durante le Messe e il prossimo weekend durante le Messe prefestive e festive.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

2 Commenti

  1. Questa bella iniziativa (ora entrata nel vivo) testimonia il perdurare di una lunga e generosa tradizione. Quando credevamo che tutto fosse giunto alla fine, si rivive e forse si guarirà, di tutto ciò che ci affligge. Peccato per le mascherine, che, secondo la mia impressione (e lo so che non dovrei parlarne, in una così seria circostanza) rendono un momento di gioia, si, ancora positivo, ma piuttosto ridicolo. D’accordo, lo so, queste son le leggi (o, meglio i redivivi e furbi DPCM)… c’è ancora l’emergenza (sarebbe quella di guerra, ma, suvvia.. non stiamo a guardare). Ci si priva, ultimi in Europa, del probabile, quasi certo, bel sorriso dei 2 volontari… con i “fedeli” a distanza. Anche a voler credere ancora alla narrativa, non dimentichiamo che il virus passa dappertutto e per entrardentrodinoi predilige (ve l’eravate dimenticati¿) gli occhi. Quindi, semmai: giù gli occhiali!

  2. Tornando al serio, possiamo compiacerci del fatto che nelle nostre chiese non succede quanto riferito nel link che riporto qui di seguito .. la tendenza nella nostra società sarebbe per avvicinarvisi rapidamente, ma io credo che presto ci sarà un’auspicabile e brusca interruzione della deriva!
    ————————
    QUESTA E’ L’AMERICA
    https://www.youtube.com/watch?v=ilC8u5AArsY

Rispondi a vraie55 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here