Samuel Manzoni ospite dell'Aperitivo Letterario a Santhià

Proseguono a Santhià gli incontri in Biblioteca Civica, promossi dall’Amministrazione Comunale in collaborazione le associazioni culturali Armanac, Vobis e Voce, nell’ambito dei vent’anni della Biblioteca Civica di Santhià,

Sabato 14 ottobre alle 10.30 ospite dell'Aperitivo Letterario Samuel Manzoni, studioso di musica attualmente impegnato nel dottorato di ricerca al Musikwissenschaftliches Institut dell’Università di Zurigo e autore del recente saggio “Ivan Ivanovič Sollertinskij. Musica e letteratura al tempo dell’Unione Sovietica” (Lim editore).

Del protagonista del suo libro Manzoni si era già occupato in occasione della tesi di laurea magistrale in Discipline della musica nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, sotto la guida del professor Maurizio Giani. Segnatamente egli si era soffermato sui rapporti con il celebre compositore Dmitrij Šostakovič che gli dedicò in memoria il Trio per pianoforte n. 2 op. 67.

Ma chi era di preciso Sollertinskij, nato nel 1902 a Vitebsk (la stessa città che ha dato i natali a Marc Chagall) e morto giovanissimo nel 1944 a Novosibirsk? «Un musicologo versatile e poliedrico – spiega in sintesi Samuel Manzoni – che ha contraddistinto l’approccio critico della nascente società sovietica lungo poco più di vent’anni, esercitando una riconosciuta incidenza nell’analisi di opere e autori. Il suo nome è rimasto dimenticato per decenni, eccezion fatta per le postume raccolte a cura dell’amico e collega Michail Druskin».

Il libro offre al lettore contemporaneo uno sguardo sincero sull’interpretazione artistico-culturale al tempo dell’Unione Sovietica, in particolar modo negli anni '30, quelli contraddistinti dalla tensione tra le avanguardie e il realismo socialista di Ždanov.


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
0VotaInteressante
0VotaCurioso
0VotaD'accordo
0VotaContrario
0VotaDa condannare
0VotaTerribile!















Zone