La Rete invita a scoprire l'anfiteatro romano e non solo

“La Rete”, la consulta per la promozione del territorio vercellese, ha organizzato due nuovi appuntamenti. Il primo, che si terrà sabato 14, è la visita all'anfiteatro romano di Vercelli, una replica di quella che si era svolta nel 2013 e che aveva richiamato trecento persone. Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 sarà possibile ammirare i resti dell'arena, il cui accesso è in viale Rimembranza accanto al ponte sulla roggia Molinara.

A corredo della visita ci saranno pannelli illustrativi sulla storia dell'edificio e sui ritrovamenti a esso collegati, con ricostruzioni virtuali dell'arena, mentre archeologi e volontari de La Rete mostreranno l'area. Inoltre, per la prima volta, saranno esposte le immagini dei preziosi corredi funerari rinvenuti durante il recente scavo della importante necropoli di via Asiago, un unicum in Italia. Per chi lo desiderasse sarà inoltre disponibile un DVD, acquistabile a offerta libera, nel quale archeologi professionisti racconteranno la storia dei grandi edifici pubblici romani: porto canale, terme, o ovviamente l'anfiteatro saranno spiegati come mai prima era stato fatto, anche con il supporto di interessanti ricostruzioni 3D che mostrano quale poteva essere l'aspetto di una parte di Vercelli in età imperiale.

Il secondo appuntamento si terrà venerdì 27 alle 17.30 al Museo Leone. “La tela del riso” svelerà il mistero che si cela dietro ai fili argentati che in questo periodo coprono le risaie. Un'illusione provocata dalla rugiada che si posa sulle ragnatele tessute da una specie di ragni. Intervistati da Marco Reis interverranno l'esperto di misteri Gianluca Marino, il giornalista Pier Emilio Calliera, lo studioso di aracnologia Matteo Grotto e Vittorio Bosetti de “La Rete” che parlerà del concorso fotografico collegato all'iniziativa.

Per info: https://www.facebook.com/laretevercelli/


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
2VotaInteressante
0VotaCurioso
0VotaD'accordo
0VotaContrario
0VotaDa condannare
0VotaTerribile!















Zone