Serra, artista generoso e poliedrico: giovedì Vercelli lo riscopre

Vercelli - Domani il Salone Dugentesco (inizio alle 21) ospita la serata speciale dedicata ad un vercellese speciale, che ci ha lasciati dieci mesi fa, Pierluigi Serra, "pittore di acquerelli, poeta e pellegrino". L'evento è organizzato dall'Associazione "Amici della via Francigena", di cui Serra fu socio-fondatore. 


La poliedricità e il talento  (enorme, però mai pubblicamente conclamato, per ritrosia, pudore) del Serra "anima" della Francigena, poeta dialettale e pittore saranno raccontati da amici e "addetti ai lavori". Il Serra pellegrino sarà inquadrato da Tiziana Grigoletto, presidente degli Amici della Via Francigena, Gianfranco Musso, ex presidente, e Dino Olivetta, segretario. 

Del Serra poeta dialettale parleranno invece il fondatore del concorso "Cesare Serra" di Asigliano (che rivelò pubblicamente l'estro di Serra), Antonio Dattrino, il giornalista, cantautore e ricercatore folk Giovanni Barberis, il componente la giuria del Concorso "Cesare Filippone" Marco Ciocchetti ed il poeta plurivincitore del Concorso Filippone Valerio Rollone.


Il Serra- artista sarà sviscerato (mostrando i suoi quadri visti prima d'ora solo dai familiari e dagli amici più intimi) dal critico d'arte e presidente degli Amici dei Musei Pier Luigi Pensotti.


A condurre tutte i mini talk show il giornalista Enrico De Maria. Durante la serata, intervalli musicali a cura di due giovani chitarristi già allievi di Laura Mancini alla Scuola Vallotti: Francesco De Giorgio ed Edoardo Rossi.

Ingresso libero.



Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
0VotaInteressante
0VotaCurioso
0VotaD'accordo
0VotaContrario
0VotaDa condannare
0VotaTerribile!















Zone