Cgil: chiarezza sul contratto dei lavoratori Amazon

Riceviamo e pubblichiamo

 

 

Gentile Direttore, 

 

in relazione ad alcune notizie apparse su diversi organi di stampa, ci corre l’obbligo segnalare che Amazon sta assumendo circa 250 lavoratori attraverso le società di somministrazione Adecco e Manpower.

 

I lavoratori assunti saranno impiegati nei magazzini di Amazon per gestire le operazioni di stoccaggio, spedizione e trasporto dei pacchi. Si tratta di attività senza dubbio riferibili al Contratto nazionale di logistica, spedizioni e trasporto merci e, in questo senso, siamo certi che la scelta dell'azienda sia corretta.

Per questo, spiace constatare che - in maniera superficiale - alcune Organizzazioni sindacali descrivano un contratto meno vantaggioso di un altro, soprattutto quando si tratta di affermazioni non rispondente al vero.

 

Esistono in tutti i Contratti, livelli legati alle mansioni svolte che, per quanto riguarda il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (peraltro in corso di rinnovo), vanno da uno stipendio minimo tabellare mensile di 1246 euro a un massimo di 2059 euro calcolato su 14 mensilità.

 

La priorità del Sindacato dovrà essere, quindi, quella di vigilare perché si  stabilizzino i contratti in essere: questi lavoratori infatti nutrono l’aspirazione  di lavorare per Amazon. E la Cgil auspica che questa aspirazione si concretizzi tramite assunzioni dirette, perché questa é la buona occupazione che vogliamo a Vercelli.

Firmato

Teresa Bovino, Filt Cgil Piemonte

Alberto Bontempi, Filt Cgil Vercelli Valsesia 

 


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
1VotaInteressante
1VotaCurioso
0VotaD'accordo
0VotaContrario
0VotaDa condannare
0VotaTerribile!















Zone