Via Chicco e via Testi non possono avere lo stesso senso di marcia

Un lettore scrive

 

 

 

Gentilissimo Assessore, 

 

Le scrivo in relazione alla nuova viabilità di Via Cadore e di Via Fulvio Testi.

A mio parere sarebbe stato opportuno che Vi foste dotati di una cartina topografica, ad esempio  di Torino, per verificare come si alternano i sensi unici per evitare di creare ulteriore caos alla viabilità cittadina.

 

La soluzione di questi problemi deve essere studiata e affrontata con buon senso e dopo una attenta verifica delle conseguenze che ne potrebbe derivare per lo scorrimento del traffico. 

Probabilmente, presi dal raptus delle piste ciclabili (se poi tirare delle righe su una strada o su un marciapiede voglia dire fare delle piste ciclabili) Vi siete dimenticati del resto.

 

Forse non Vi siete resi conto come sia illogico che via Testi e via Chicco, che sono parallele, siano entrambe a senso unico nella stessa direzione! Tutti i cittadini che abitano tra via Paggi e via Testi per accedere su corso Prestinari saranno obbligati a riversarsi su via Paggi percorrendo, ad esempio, Via Ariosto e  trovando enormi difficoltà ad immettersi su Via Paggi a causa del traffico notoriamente molto intenso, oppure percorrendo via Testi fino alla fine per poi ritornare da via Cadore in corso Prestinari. 

 

La decisione adotta non ha un criterio logico e non tiene conto della necessità di agevolare anziché danneggiare la viabilità di tutta la zona.

Voglia gentilmente verificare quanto Le scrivo con un sopralluogo e si renderà conto anche Lei: Via

Chicco e Via Testi non possono avere lo stesso senso di marcia.

In una città normale sarebbe così, ma qui a Vercelli  ci inventiamo sempre qualcosa di diversamente logico.

 


Cordialmente
S. Z.

 


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
0VotaInteressante
1VotaCurioso
3VotaD'accordo
2VotaContrario
0VotaDa condannare
3VotaTerribile!















Zone