Rita, l'immeso dolore del rione Cappuccini



Vercelli - Nel suo profilo su Facebook - che pubblichiamo a corredo di questo articolo: è in basso, seduta, tra due altre donne - non aveva messo solo se stessa, ma una foto di gruppo con gli amici. Perché Rita Greppi Carena, scomparsa oggi pomeriggio a 63 anni in un incidente stradale nei pressi di Lignana,  aveva il culto dell’amicizia, dello stare assieme, del regalare se stessa gli altri, soprattutto alle persone che avevano bisogno. Sposata con Levis Carena, colonna del Comitato manifestazioni vercellesi, Rita Greppi lascia due figlie, Alessandra e Chiara. I Cappuccini, i suoi Cappuccini, sono sconvolti. Carlo Petruzziello, il presidente del Comitato carnevalesco e benefico del rione è distrutto. Andrea Raineri, oggi assessore e per anni Gioebi, cioè maschera del rione, è accorso subito all’obitorio in compagnia di un altro amico fraterno, Silvio Gandolfi. E di dolore lancinante parlano anche Andrea Cerchi, fotografo ed ex Bicciolano, ed il presidente del Comitato manifestazioni vercellesi, Giulio Pretti, con l’ex vice presidente Tony Bisceglia.

Lella Beretta, fotografa affermata e conosciuta, ricorda a stento, trattenendo le lacrime, la sua amicizia ultradecennale con Rita e sottolinea la sua bontà, il suo altruismo.

Vercelli, in queste ore è davvero sotto choc. Rita Greppi, che lavorava come segretaria alla MMG di via Sassone, era conosciutissima ai Cappuccini, soprattutto nell’ambito della parrocchia, dove era legatissima al parroco ed ora vescovo di Saluzzo monsignor Cristiano Bodo, ma anche nel resto della città. Tra i primi, toccanti ricordi su Facebook, quello di Serana Leale, figlia dell’indimenticabile Cecco. Ha scritto l’artista e docente vercellese, da anni stabilitasi a Novara: “Era dolce e affettuosa. Quando è mancato mio papà, lei chiamava spesso telefonicamente la mamma, standole vicina. Ricorderò per sempre la sua generosità”,

Rita Greppi Carena ha perso la vita nel primo pomeriggio di oggi, mentre si stava recando a Ronsecco dalla figlia Chiara, a causa dello scontro frontale con un furgone.L'uomo al volante dell'altro mezzo è ricoverato al Sant'Andrea, ma non è grave.

 


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
0VotaInteressante
0VotaCurioso
2VotaD'accordo
3VotaContrario
0VotaDa condannare
5VotaTerribile!















Zone