Campomimosi: il Comune riacquisti da Iren le reti idriche


Riceviamo e pubblichiamo 




"Il principio di tutte le cose è l'acqua".

 

Perché citare, o meglio parafrasare, nel 2017 il pensiero di Talete di Mileto, filosofo presocratico del VI secolo a.C., considerato da molti il primo filosofo occidentale?

 

Perché, mai come oggi, il tema dell'acqua tocca da vicino la nostra città.

 

Se n'è parlato proprio in questi giorni su alcuni giornali online, ed è bene che se ne parli e sarà opportuno passare presto dalle parole ai fatti.

 

Forse non tutti sanno che a corollario della cessione della maggioranza delle quote di Atena ad IREN, avvenuta nel Dicembre 2015, furono siglati i cosiddetti: "patti parasociali".

 

Proprio in questi patti vi è una clausola che prevede la possibilità per il Comune di riacquistare le reti idriche entro il 30/6/2020.

 

Clausola, ad onor del vero, fortemente voluta da alcuni consiglieri di maggioranza, tra tutti: Maria Pia Massa, Donatella Capra e Pier Giorgio Comella e che grazie all'ottimo lavoro svolto dall'allora assessore Andrea Coppo, si è poi concretizzato nel testo definitivo che oggi ci concede la possibilità di essere il solo proprietario della rete idrica.

 

Possibilità che, paradossalmente, non ci sarebbe stata senza la tanto vituperata cessione della maggioranza delle quote al socio IREN.

 

Se è vero infatti che il Comune di Vercelli era il socio maggioritario in Atena, è altrettanto vero che il soggetto privato, seppur in minoranza, era comunque in possesso del 40% delle quote ed avrebbe dunque condiviso la proprietà delle reti.

 

Oggi ci troviamo quindi di fronte ad una scelta, a mio parere molto semplice: da un lato difendere la risorsa principale presente sul nostro pianeta dall'interesse dei privati, come sancito anche dall'esito referendario del 13/6/2011; dall'altro NON  lasciare il controllo delle reti idriche ad un'azienda privata, legandole dunque a logiche di lucro.

 

È mio pare che l'amministrazione debba fare il possibile per esercitare l'opzione di riacquisto così come previsto dai patti parasociali. Per fare ciò sarà necessario uno sforzo univoco del Consiglio Comunale, affinché si dia il là, quanto prima, a questo processo.

 

Augurandomi di poter approfondire la questione con tutta la maggioranza, appena rientrati dalle ferie estive, invito il Sindaco ed il presidente Adriano Brusco a convocare con la massima urgenza una riunione della prima commissione consiliare, nella quale l'Assessore al bilancio ed alle partecipate possa relazionare circa le modalità e le tempistiche per l'avvio dell'istruttoria.

 

Tutto questo per dare massima pubblicità e trasparenza ad un'operazione che potrebbe rivelarsi tra le più importanti dell'ultimo ventennio per la nostra città.

 

Vercelli, 19/08/2017

 Il Consigliere Comunale 

 Paolo Campominosi

 


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
0VotaInteressante
0VotaCurioso
0VotaD'accordo
0VotaContrario
0VotaDa condannare
0VotaTerribile!















Zone