Mondiali di atletica, Marco Lingua chiude al decimo posto



Con un lancio di 75,13 metri, preceduto da un modesto 69 metri e poco più e seguito da un nullo, il martellista Marco Lingua ha conquistato il decimo posto ai Mondiali di atletica leggera in corso di svolgimento a Londra. Dopo il sesto posto di Meucci nella maratona, si tratta, per ora,  del secondo miglior risultato di una delundentissima spedizione azzurra. Intervistato subito dopo da Elisabetta Caporale della Rai, Lingua, che ha dedicato il buon risultato alla moglie e ai figli, ha detto di essere molto contento "perché sono il decimo al mondo" e ha promesso che agli Europei del prossimo anno "entrerà tra i primi otto". La gara è stata appannaggio del favorito, il polacco Pawel Fajdek con 79,81 metri.
Il simpaticisissimo atleta azzurro si è definito il Rocky Balboa del lancio del martello, ha ricordato che si allena da solo in una struttura dello "zio contadino" e ha assicurato che riuscirà ad arrivare a Tokyo, pur quarantaduenne.
Per quanto riguarda gli ultimi giorni dei Mondiali, caduta anche la chance Tamberi (eliminato pur con il record stagionale di 2,29), l'Italia si appella alla marcia.


Condividi questo articolo sui Social


Commenti a questo articolo





Cosa pensi di ciò che hai letto?
0VotaInteressante
0VotaCurioso
1VotaD'accordo
0VotaContrario
0VotaDa condannare
0VotaTerribile!















Zone