Cultura

Dieci pagine al giorno: Caro lettore in erba...

Dieci è il minimo sindacale di pagine che ognuno dovrebbe leggere al giorno. Va da sé che si tratta di un numero puramente indicativo che riguarda non solo la quantità ma anche la qualità, oltre alle inclinazioni e i gusti di ciascuno di noi. Ci sono persone che si divorano un romanzo in pochi giorni, altri invece ce ne mettono di più, vuoi per il poco tempo a disposizione, vuoi per la stanchezza, vuoi per tanti altri fattori che non stiamo qui a elencare. Tuttavia è pur sempre meglio, per esempio, conoscere un autore come Proust (per dirne uno) poco poco per volta, piuttosto che dedicarsi con voracità da fast food a tanta pseudo-letteratura che viene prodotta oggi. Chiunque varchi la soglia di una qualsiasi libreria si accorgerà che gli scaffali abbondano di libri, la maggior parte dei quali subirà il triste destino del macero. Per cui bisogna saper scegliere innanzitutto. Senza troppe pretese, questa rubrica ha lo scopo di consigliare il lettore a orientarsi in mezzo alle tante pagine che ogni giorno vengono date alle stampe in maniera più o meno responsabile e di trovarne qualcuna – perché ce ne sono – per cui convenga avere ancora fiducia nella forza della parola scritta. Per questo motivo la prima uscita è dedicata a “Caro lettore in erba...” ultima fatica del bravo scrittore vercellese Gianluca Mercadante.

22/12/2015



  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89














Zone